martedì 15 gennaio 2008

Rokia Traorè, voce elegante del Mali

Da molti è considerata una delle stelle del panorama musicale africano. Il suo nome è Rokia Traorè e viene dal Mali, dove è nata nel 1974. Cantautrice e chitarrista, Rokia Traorè è figlia di diplomatici e appartiene all'etnia dei Bamana, o Bambara, popolo di guerrieri. Data la professione del padre, fu costretta a viaggiare molto durante la sua infanzia tra Africa, Arabia Saudita e Europa. Iniziò a esibirsi come cantante durante gli anni della scuola superiore, talvolta anche nella TV del Mali, ma l'anno più importante per la sua crescita musicale fu il 1997, quando incominciò a lavorare con il musicista Ali Farka Touré, vinse il Radio France Internationale Prize, e pubblicò il suo primo album, Mouneïssa. In questo disco Rokia Traorè mescola sapientemente la musica tradizionale del suo paese con influssi musicali più moderni, che vanno dal pop internazionale al jazz; il proprio amore per la tradizione della sua terra è testimoniato dal suo uso del ngoni e del balafon, due strumenti tipici del Mali, che Rokia Traorè suona interpretandoli in chiave contemporanea. Mouneïssa vende in Europa più di 40.000 copie. Tre anni più tardi, nel 2000, esce il secondo album di questa artista, intitolato Wanita, che contiene brani musicali tutti scritti e arrangiati da lei. Nel 2003 il suo terzo album, Bowmboï, ricevette il prestigioso World Music Award della BBC3. Oltre ai dischi, Rokia Traorè ha anche fatto diverse tournèe in tutto il mondo e nel 2005 ha partecipato all'Africa Live di Dakar, grande concerto organizzato per sensibilizzare il mondo sul flagello tutto africano della malaria, con altri "grandi" della musica africana, come Manu Dibango, Khaled e Youssou N'Dour. La maggior parte delle sue canzoni, Rokia Traorè le canta nella sua lingua nativa, il bamana, o bambara, ma i temi dei suoi testi sono di un'attualità anche coraggiosa, come quando parla della status della donna nell'Africa di oggi. L'ultimo album di Rokia Traore si chiama Beautiful Africa, uscito nel 2013, 5 anni dopo l'uscita di Tchamantche, album del 2008 che costituisce un'altra poetica e armoniosa espressione della tradizione musicale africana da cui questa cantautrice proviene, e che ancora una volta incontra altri ritmi come il rock, il jazz e il blues. Per conoscere meglio Rokia Traorè, questo è il suo sito, qui la si può ascoltare e vedere in azione in alcuni video, e qui si possono trovare i suoi cd.

1 commento:

martenot-neon ha detto...

meravigliosa