martedì 1 luglio 2008

Esma Redzepova, una stella della musica rom

E' una figura quasi simbolica, Esma Redzepova, la cantautrice macedone diventata regina della musica rom. Esma è nata nel 1943 a Skopje, capitale della Macedonia, ed era la penultima di 6 bambini. Nel suo sangue scorre la linfa di diverse radici e tradizioni, avendo una madre musulmana turca, un padre serbo albanese, una nonna ebrea irachena e un nonno rom cattolico. Esma si è nutrita di musica fin dalla culla, in quanto nella sua famiglia la musica, il canto e la danza erano delle pratiche quasi quotidiane. All'età di 9 anni fu portata da uno dei suoi fratelli ad un'organizzazione di musica rom, e lì la piccola Esma potè imparare velocemente ritmi e tecniche della musica rom. Pochi anni più tardi, mentre lei viveva nell'insediamento rom di Sutka, vicino a Skopje, fu invitata a cantare a un concorso musicale trasmesso su Radio Skopje. In quell'occasione, non solo vinse il concorso, ma incontrò Stevo Teodosievski, che poi divenne il suo manager, il leader dell'orchestra che avrebbe accompagnato Esma in tanti suoi concerti, ma, soprattuo, suo marito. Da allora Esma Redzepova ha realizzato 108 singoli, 20 album, 32 audiocassette, 15 cd e ha partecipato a 6 film. Con questi lavori, più di 580 in tutto, ha vinto 2 dischi di platino, 8 d'oro e 8 d'argento. Tra i suoi successi più importanti, da menzionare l'album Queen of the Gypsies e la canzone Chaje Shukarije. La stragrande maggioranza dei brani che ha cantato sono stati scritti da lei stessa o da suo marito. Ha fatto più di 15.000 concerti in tutto il mondo, cantando in 20 lingue diverse. Nel 1976, nel Festival della Musica Rom in India, fu incoronata Regina della Musica Rom. Pur essendo ambasciatrice della musica rom, Esma ha sempre rifiutato la teoria secondo cui i Rom hanno una predisposizione naturale alla musica, e quindi sarebbero per motivi di razza più bravi di altri. Secondo l'artista di Skopje l'essere umano, ogni essere umano, inizia a cantare per cercare di dimenticare i suoi problemi, e quindi ogni essere umano può fare buona musica, senza che ci siano etnie avvantaggiate su altre. Accanto al suo lavoro musicale, Esma Redzepova ha da sempre speso tante energie per aiutare le persone in difficoltà che trovava lungo il suo cammino. Pur non avendo avuto figli naturali, ella ha adottato 5 bambini, ed ha cresciuto, insieme a suo marito, 47 bambini abbandonati, soprattutto rom e macedoni. Ha costruito diverse scuole e centri di assistenza e di animazione, soprattutto per bambini, tra cui una scuola di musica e una di arti e tradizioni locali. Questo anche per diffondere la cultura rom, e per farla meglio conoscere, consapevole che la conoscenza è una della armi migliori contro ogni intolleranza. Dei suoi concerti, ben 2.000 sono stati organizzati per beneficienza. Per il suo impegno a favore del suo popolo, Esma Redzepova è stata candidata per 2 volte al Premio Nobel per la Pace, e nel 2004 l'Organizzazione Internazionale dei Rom l'ha eletta Ministro della Cultura Rom. Per conoscere ancora meglio Esma Redzepova, qui si possono trovare alcuni suoi cd, mentre questi sono alcuni video con altre sue canzoni.

1 commento:

Federico ha detto...

ciao, il tuo spazio è molto interessante!
Ti invito a visitare musical words
www.musicalwords.it, è uno spazio adatto agli amanti della musica.
Un saluto
Federico Preziosi

http://martenot-neon.ilcannocchiale.it